Il sangue dei vinti

Il Sangue dei Vinti” del regista Michele Soavi con la partecipazione di Michele Placido, un film tutto italiano che racconta lo scontro fra partigiani e repubblichini alla fine della Seconda Guerra Mondiale. La lotta politica di quegli anni raccontata nel film “Il Sangue dei Vinti” attraverso la storia di una famiglia italiana lacerata dalle divisioni politiche: una famiglia con un figlio aggregato alle brigate partigiane e una figlia repubblichina. Il film “Il Sangue dei Vinti” tratto dal libro di Giampaolo Pansa, un libro che ha suscitato molte polemiche, e anche la prima proiezione del film “Il Sangue dei Vinti” ha diviso il pubblico in sala. Il regista Michele Soavi ha riscosso un grande successo con il film “Arrivederci amore, ciao”; ora Michele Soavi torna a parlare di storia italiana con questo nuovo film “Il Sangue dei Vinti” che parla dei valori della famiglia italiana della seconda guerra mondiale e dei legami di sangue divisi dalla guerra e dalla politica. Nella trama del film, due fratelli scelgono strade opposte: il partigiano comunista Ettore (interpretato dall' attore Alessandro Preziosi) e la sorella repubblichina Lucia (Alina Nedelea). Il terzo fratello Francesco (Michele Placido) rappresenta invece un' ipotetica terza via: n con i partigiani n con i fascisti ma solo con il proprio dovere. Francesco infatti un commissario che vuole indagare sulla misteriosa morte della prostituta Anna-Costantina (interpretata dall' attrice Barbara Bobulova).